Contrassegni e marchi di garanzia

Il formaggio Parmigiano-Reggiano è un prodotto a Denominazione d'Origine Protetta (D.O.P.), secondo la norma europea del Reg. CEE 2081/92 ed il riconoscimento del Reg. (CE) N. 1107/96.
Solo il formaggio prodotto secondo le regole raccolte nel Disciplinare di produzione può fregiarsi del marchio Parmigiano-Reggiano e quindi deve riportare sulla forma i contrassegni nella loro integrità atti a identificare e distinguere il prodotto.
Essi sono distinti tra marchi d'origine e marchi di selezione.

I marchi d’origine:

I marchi d'origine, apposti alla nascita del formaggio, sono:

I segni impressi con la fascera marchiante

Lungo tutto lo scalzo della forma, riportano i puntini con la scritta "PARMIGIANO-REGGIANO", il numero di matricola del caseificio, il mese e l'anno di produzione, la scritta "D.O.P.", la scritta "CONSORZIO TUTELA";

La placca di caseina

La placca di caseina viene applicata sulla superficie, e riporta l'anno di produzione, la scritta "C.F.P.R.", ed un codice alfanumerico che identifica in modo univoco ogni singola forma.

DA SAPERE:

Esistono diversi tipi di Parmigiano in funzione delle caratteristiche riscontrare durante il controllo di qualità, la selezione è rigorosa e permette solo a forme perfette di potersi chiamare "PARMIGIANO REGGIANO":

Parmigiano-Reggiano

Con la riproduzione del marchio "PARMIGIANO-REGGIANO" si identifica quel formaggio che, in sede di esame di selezione per la conformità alla D.O.P., è stato riconosciuto di prima categoria (scelto-zero-uno). Su queste forme vi sono i contrassegni di origine (scritta a puntini) e il marchio ovale impresso a fuoco.

Prima stagionatura

Con questo nome viene identificato quel Parmigiano-Reggiano che presenta difetti di lieve o media entità nella struttura della pasta e/o sulla crosta, ma senza alterazioni delle caratteristiche organolettiche tipiche del prodotto.
Al marchio ovale a fuoco viene aggiunto sulla crosta, lungo tutto lo scalzo, uno speciale contrassegno costituito da solchi paralleli posti sulla scritta a puntini.

Formaggio da tavola

Con questo nome viene definito quel Parmigiano Reggiano che presenta difetti di più ampia entità nella struttura della pasta e/o sulla crosta, ma senza alterazioni delle caratteristiche organolettiche tipiche del prodotto.
La forma viene sbiancata sulla crosta lungo tutto lo scalzo, in modo che non si possa più leggere la scritta Parmigiano Reggiano, questo formaggio non potrà più essere denominato Parmigiano Reggiano e dovrà essere consumato come formaggio da pasto.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Privacy & Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione del sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Continua