Una bella storia che finisce bene, a tavola.

Formaggio Parmigiano Reggiano (sua maestà il RE).

Il “Parmigiano Reggiano” è un formaggio a pasta dura, cotta e lenta maturazione, prodotto con latte vaccino crudo, in Italia, nelle province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Mantova destra fiume Po e Bologna sinistra fiume Reno.

Con il Reg. (CE) N. 1107/96 il nome Parmigiano Reggiano è registrato nell’Unione Europea come Denominazione di origine protetta (DOP). Il Parmigiano Reggiano è prodotto in conformità ad un disciplinare di produzione depositato presso il Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo
(Mipaaft) e consultabile sul sito del Mipaaft
(www.politicheagricole.it) e del Consorzio (www. parmigiano-reggiano.it).

Tutte le forme (100%) prodotte sono esaminate e selezionate da esperti del Consorzio. La verifica del rispetto del disciplinare è effettuata, prima dell’immissione in commercio del prodotto con il nome “Parmigiano Reggiano”, da parte di un organismo di controllo autorizzato dal Mipaaft che opera come organismo di certificazione (Organismo Controllo Qualità Produzioni Regolamentate Soc. Coop., si veda www.ocqpr.it).

I principali requisiti che devono essere rispettati sono i seguenti:

1 - Alimentazione:

l’alimentazione delle vacche è costituita prevalentemente di foraggi provenienti dall’area di produzione.

2 - Stagionatura:

la stagionatura minima è di 12 mesi e deve avvenire in zona di origine.

3 - Ingredienti:

gli unici ingredienti: latte, sale e caglio (nessun additivo o conservante).

4 - Allevamenti:

gli allevamenti e i caseifici devono essere in zona di origine dove avvengono rispettivamente la produzione del latte e la sua trasformazione.

I numeri del Parmigiano Reggiano

Poco meno di 3.000 stalle Poco più di 300 caseifici
Più di 3.700.000 forme prodotte ogni anno circa 520 litri di latte per produrre una forma 40,5 kg il peso medio di una forma.

Come riconoscere una forma di Parmigiano Reggiano?

La forma di Parmigiano Reggiano presenta la famosa e tipica scritta a puntini “Parmigiano Reggiano”, lungo tutto lo scalzo della crosta, che viene impressa all’origine con una fascera che avvolge la forma nelle prime ore di vita e una placca che identifica in modo univoco ogni singola forma.

La placca di caseina viene applicata su una delle due superfici piatte della forma sin dalle prime ore di vita; riporta un codice di tracciabilità univoco alfanumerico da cui è possibile risalire al giorno in cui la forma è nata e in quale caseificio.

Se vuoi conoscere queste informazioni vai alla pagina web del Consorzio (www.parmigiano reggiano.it/caseifici/ext/CercaCaseifici/default.aspx) e inserisci nel campo il codice della nostra placca:

1234

Caratteristiche organolettiche delle diverse stagionature.

Le caratteristiche organolettiche del Parmigiano Reggiano possono essere considerate in continua evoluzione, così che formaggi di diversa età stimolano i sensi dell’assaggiatore in modo differente.

12- 18 mesi – il Parmigiano Reggiano di 12-18 mesi ha un sapore armonico e delicato con sentori di latte, yogurt e frutta fresca. È particolarmente adatto come aperitivo in abbinamento a vini bianchi frizzanti o per arricchire insalate e piatti freddi.

22-24 mesi – il Parmigiano Reggiano di 22-24 mesi si presenta solubile, friabile e granuloso con un giusto equilibrio tra dolce e saporito, con note di frutta fresca, frutta secca e brodo di carne. Perfetto con vini di medio corpo e per dare gusto a tutti i piatti della tradizione italiana.

30-36 mesi – il Parmigiano Reggiano di 30-36 mesi è particolarmente friabile e granuloso. Il sapore è deciso con note di spezie, frutta secca e brodo di carne. È un ingrediente ideale per le paste ripiene e al forno o per essere gustato a fine pasto in abbinamento a frutta e miele.

Oltre 40 mesi – il Parmigiano Reggiano di oltre 40 mesi ha superato la prova del tempo e regala piacevoli sentori di spezie. Rappresenta un regalo esclusivo e un gradito compagno da gustare con vini strutturati e da meditazione.

BIODIVERSITÀ

La stagionatura minima è di 12 mesi, ma è intorno ai 24 mesi che il Parmigiano Reggiano raggiunge la maturazione adatta ad esprimere le caratteristiche tipiche. Può stagionare anche oltre, fino a 36 o 48 mesi o anche di più, manifestando aromi e profumi inesplorati.

RAZZE BOVINE

Il Parmigiano Reggiano può essere prodotto da latte di diverse razze di vacche, tra le quali: • Modenese o Bianca Modenese • Reggiana (comunemente nota come “Vacche Rosse”) • Bruna • Frisona italiana

PUNTO VENDITA

Le operazioni di taglio e confezionamento del formaggio Parmigiano Reggiano le svolgiamo presso il punto vendita al dettaglio che si trova negli spazi di proprietà del Caseificio La Madonnina.

EVOLUZIONE

Le caratteristiche organolettiche del Parmigiano Reggiano possono, a ragione, essere considerate in continua evoluzione, così che formaggi di diversa età spesso stimolano i sensi dell’assaggiatore in modo differente.

BLACK FRIDAY

Ogni giorno un regalo diverso

+ SCONTO DEL 10% per gli ordini di venerdì 27 novembre 2020!