Il Parmigiano Reggiano prodotto in montagna: eccellenza del Made in Italy

Il Parmigiano Reggiano prodotto in montagna: eccellenza del Made in Italy

Lo sappiamo tutti, il Parmigiano Reggiano è strettamente legato al suo territorio: nei profumi che sprigiona, nei sapori che riesce a trasmettere e nelle più piccole caratteristiche che fanno di questo prodotto un vero fiore all’occhiello marchio di garanzia del Made in Italy.

Il legame tra Parmigiano Reggiano e territorio 

Il legame con il territorio di produzione è molto stretto ed è un valore da mettere in primo piano. La zona di produzione è ben delimitata e prevede solo alcune province dell’Emilia Romagna in cui le mucche possono pascolare e successivamente produrre il prezioso latte.

Queste province sono:

  • Parma
  • Reggio Emilia
  • Modena
  • Bologna (alla sinistra del fiume Reno)
  • Mantova (alla destra del fiume Po).

Questi territori sono morfologicamente diversi, dimostrando quanto è variegata la nostra penisola in un raggio di pochi chilometri. Si passa da pascoli in riva ad un fiume, pianure in cui la nebbia è così fitta “da tagliarla con il coltello”, dolci colline, zone scoscese, fino ad arrivare in zone di montagna.

Questa è la grande biodiversità del Parmigiano Reggiano: ogni zona dona al latte (e quindi alle forme di Parmigiano Reggiano) diversi sentori, profumi, sfumature che lo rendono sempre diverso e caratterizzato.

Il Parmigiano Reggiano prodotto in montagna

Si citava la montagna: ebbene sì, esiste una sotto categoria dedicata al “Parmigiano Reggiano prodotto di montagna”. E nella Giornata internazionale della Montagna non si poteva dimenticare questo marchio.

Il Parmigiano Reggiano che riporta il marchio Prodotto di Montagna rispetta il solito disciplinare fornito dal Consorzio ufficiale ma lo caratterizza ancora di più, scendendo in dettagli che portano questo prodotto a diventare sinonimo di natura e tradizione, perché ogni materia prima e ogni fase della produzione appartengono al territorio montano, tra pascoli scoscesi, acqua pura e aria pulita.

Tra le norme da rispettare, ci sono:

  • gli allevamenti dei produttori di latte devono essere ubicati in zone di montagna
  • l’alimentazione dei bovini deve prevedere il 60% di materia secca (fieno) proveniente da zone di montagna
  • le attrezzature per raccolta del latte, la lavorazione e le caldaie devono essere dedicate esclusivamente al latte arrivato da zone di montagna
  • la stagionatura deve avvenire in zone di montagna.

Le caratteristiche

Come si presenta il Parmigiano Reggiano prodotto in montagna

Sicuramente un mix più marcato e presente di profumi e sfumature organolettiche. I pascoli di montagna sono molto più completi e variegati di erbe, piante e fiori e questo porta molta più ricchezza di nutrienti al foraggio per le mucche.

L’acqua delle falde acquifere è pura e arriva direttamente dalle cime, che in inverno sono spesso ghiacciate o innevate.

L’aria è pulita e salubre e questo è di aiuto anche per i bovini che diminuiscono il rischio di ammalarsi o vedere la nascita di patologie.

Tutte queste cause portano ad ottenere un latte più ricco di nutrienti, di sapori decisi e marcati che si trasferiscono nelle forme di Parmigiano Reggiano prodotto di montagna: una vera ricarica di energia per le scampagnate o sulla tavola come immancabile prodotto autentico italiano.

Per concludere

Il Parmigiano Reggiano è il prodotto ideale per camminate in montagna, dato il suo alto valore energetico.

A proposito, tu quale stagionatura preferisci?


Articolo curato dal nostro Ufficio Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *